Alla scoperta dei vini autoctoni italiani
Alla scoperta dei vini autoctoni italiani
di Pilar

30/11/2007 - Reggio Calabria - VIP in Calabria.

Alla scoperta dei vini autoctoni italiani

VIP, Vino In Piazza è la rassegna nazionale itinerante che consente la degustazione dei vini autoctoni italiani, per un progetto di valorizzazione che offre a turisti e appassionati un’occasione unica: la scoperta del territorio col piacere di conoscere le sue produzioni enologiche, fatte di storia, forti passioni e tradizioni sempre vive. La conclusione del “Giro d’Italia dei vini autoctoni” realizzata da Autoctono e dall’Associazione Nazionale Città del Vino, vede la sua novantesima tappa, l’ultima del 2007, approdare in Calabria e precisamente a Campo Calabro in provincia di Reggio Calabria. L’iniziativa si svolge grazie al Comune di Campo Calabro e al consorzio ”Ecostrada del vino e dei sapori della Costa Viola” in collaborazione con Legambiente, Fondazione Mediterranea Falchi e col patrocinio del Parco Nazionale d’Aspromonte.
Campo Calabro è il “balcone sullo Stretto”. Vi si domina per intero lo Stretto di Messina e tutta la Costa Viola, la tipica area terrazzata della provincia di Reggio Calabria. Tale posizione strategica ha reso Campo Calabro importante zona di presidio militare nei secoli, e sui suoi pianori si sono svolte importanti battaglie fin dall’epoca romana. Oggi rimangono interessanti testimonianze storiche e architettoniche come la serie di forti “umbertini” di varia epoca: il più antico risale al 1888. E proprio in questa splendida cornice del fortino di Matiniti inferiore (protagonista dei campi di lavoro di Legambiente e Fondazione Mediterranea Falchi che lo gestisce) si svolgerà sabato 1 dicembre la tappa finale del VIP: a partire dalle ore 16,00 sarà possibile conoscere 40 vini assolutamente autoctoni commentati da esperti, rappresentativi del Nord, Centro e Sud Italia ai quali si aggiungeranno i vini IGT Arghillà, Scilla e Costa Viola delle cantine aderenti alla ”Ecostrada del vino e dei sapori della Costa Viola” per una degustazione unica nel suo genere. Saranno proposte da Autoctono le degustazioni con iscrizioni a partire da 5 euro, compreso un calice di degustazione con tracolla personalizzata. E grazie agli spazi espositivi allestiti dai soci della Ecostrada sarà inoltre possibile degustare le pietanze e i prodotti tipici e caratteristici del territorio, nonché ammirare l’artigianato artistico e le immagini delle bellezze paesaggistiche e ambientali del comprensorio. Infine a partire dalle 18,00 presso le altre stanze del forte si terrà la tavola rotonda dal titolo “La viticoltura tra turismo, ambiente e nuova OCM” e a seguire un mini corso di degustazione a cura di assaggiatori ONAV.
Per Domenico Idone, sindaco di Campo Calabro “si tratta di una iniziativa di livello nazionale che darà risalto al nostro comprensorio. Ma è anche l’inizio di un percorso di valorizzazione nel medio periodo della viticoltura locale programmato con la giunta, sulla scorta dell’esperienza vissuta nella limitrofa area della Costa Viola. Un programma che tiene conto delle risorse ambientali e architettoniche del territorio comunale e dei comuni più vicini, anche in vista del nuovo Piano Strutturale Comunale”. L’agronomo Rosario Previtera, presidente del consorzio “Ecostrada del vino e dei sapori della Costa Viola”, la quale annovera ventiquattro aziende del territorio costiero e limitrofo, sostiene che “importanti eventi come questi, sposati pienamente dall’amministrazione comunale di Campo Calabro, alla quale va riconosciuta grande sensibilità e concretezza, conferiscono grande visibilità alle nostre produzioni autoctone e diffondono la cultura enologica in genere, oltre a valorizzare turisticamente siti di notevole interesse ambientale e culturale come le fortezze umbertine”.

Allegato: clicca qui
Commenti degli utenti
Nessun commento rilasciato.